Benessere
  • Questo blog, spaziando dalla medicina alla psicoterapia, mira a far riscoprire un sereno rapporto medico-paziente basato sulla fiducia e sul dialogo

    A cura di Federica Leva
  • 28.1.13
    Uscirne è possibile? Qual è il ruolo della famiglia, durante le fasi di disintossicazione? Risponderà a queste domande il Dott. Federico Baranzini, specializzato in Psichiatria e Psicoterapia ed esperto in dipendenze. Il Dott. Baranzini esercita a Milano e a Como presso la Casa di Cura Le Betulle.

    D. Dott. Baranzini, è usuale parlare di droghe leggere e pesanti. É una distinzione corretta? In cosa si differenziano questi due tipi di droghe?
    Da un punto di vista clinico non vi è alcuna differenza: le droghe sono classificate come tali non dalla leggerezza ma dagli effetti che producono sul cervello, non solo umano. Tutte le sostanze che inducono dipendenza nell'essere umano condividono una azione comune su alcune regioni cerebrali quale il lobo limbico. E' la stimolazione di questa "via comune finale" che rende ragione di gran parte dei comportamenti di ricerca, approvvigionamento e assunzione tipici dei tossicomani. Anche dal punto di vista giuridico, dalla pubblicazione nel 2006 della legge Fini-Giovanardi, non sussistono più differenze tra le due categorie. Tale distinzione rimane in voga, ed è molto diffusa nel linguaggio comune, tra la gente e tra i giovani che la strumentalizzano come giustificativo per il consumo della mariuana e della cannabis considerate (a torto) droghe "leggere" in quanto incapaci di effetti lesivi e tossici come per esempio l'eroina o la cocaina. Nel gergo "non ti mettono sotto". In realtà, esistono ormai numerose pubblicazioni internazionali che dimostrano come l'assunzione di cannabis (che contiene THC o Tetraidrocannabinolo, la sostanza attiva della cannabis) può da sola portare ad un aumento di incidenza di malattie psicotiche del 40% nella popolazione generale. La cannabis quindi non solo slatentizzerebbe stati patologici in soggetti predisposti o vulnerabili ma produrrebbe malattie ex novo.

    D. Lei come inquadra la tossicodipendenza? La considera una malattia o una scelta di vita personale?
    La tossicodipendenza è solo un’etichetta per indicare un comportamento caratterizzato da alcuni aspetti quali sicuramente la ripetitività, la perseveranza e la sua pervasività. Ripetitivo perché come facilmente s’intuisce il tossicomane ripete quotidianamente o quasi il gesto di intossicarsi dopo essersi procacciato la sostanza di abuso, perseverante, in quanto anche di fronte a forti stimoli dissuasivi esso persevera (pensiamo per esempio alla forte riprovazione sociale e alla stigmatizzazione, agli episodi di malessere da assunzione o alla classica over dose che mette seriamente a rischio l'individuo) e infine pervasivo in quanto come "mania" occupa o tende nel tempo ad occupare tutta la vita di un individuo, i suoi pensieri dalla mattina alla sera e quindi tutte le sue attività per cui ogni cosa può divenire meno importante se confrontata alla assunzione. La tossicomania non è mai una scelta di vita. Lo può diventare quando l'individuo si "brucia" ogni altra alternativa, ogni altra possibilità di vita, ma questo accade solo nelle condizioni più gravi, più avanzate dove spesso coesiste una sottostante patologia psichiatrica che sottrae alla persona (o scema grandemente) la lucidità e le capacità per chiedere aiuto e per scegliere diversamente. La tossicodipendenza è sicuramente una malattia cronica recidivante molto invalidante per l'individuo e per la società in genere e come tale deve essere affrontata con un approccio medico da equipe multispecialistiche che prevedano figure professionali come lo psichiatra, lo psicoterapeuta, il medico internista, l'infettivologo e l'educatore professionale.

    D. Dunque, quale approccio consiglia al paziente che desidera guarire? Qual è il ruolo della famiglia, in questa malattia?
    Per guarire non vi è un'unica ricetta ovvero un'unica tecnica o protocollo di cura, ma posso dire per esperienza che devono essere presenti necessariamente due ingredienti fondamentali: la consapevolezza di malattia e la motivazione. Senza anche uno solo di questi non sarà facile e si rischierà di perdere del gran tempo. Il paziente deve essere consapevole di avere una malattia cronica chiamata tossicodipendenza e quindi deve acquisire e maturare la giusta e sufficiente motivazione ad impegnarsi in un percorso di cure. Gran parte del lavoro con un paziente tossicomane viene proprio speso in questa fase preliminare in quanto spesso, nove su dieci, il soggetto non è consapevole e fa di tutto per continuare a mentire a sé stesso giungendo a negare o a rifiutare di essere un "tossico". Acquisito questo punto, qualsiasi trattamento può procedere linearmente. Quello che consiglio è quindi di non fare finta di nulla, di convincersi o lasciarsi convincere a chiedere aiuto a specialisti che possano comprendere adeguatamente la fatica e le difficoltà di questa scelta coraggiosa: dalla dipendenza da sostanze stupefacenti si può guarire con il giusto aiuto. La famiglia ha un ruolo fondamentale in tutto ciò. Il tossicomane proprio per quanto si diceva tende a fuggire dalla realtà e se non trova un fronte compatto e coeso che lo argina, lo guida, lo contiene verso l'avvio di una scelta coerente e credibile di cura potrebbe non decidersi mai. Quanti dei miei pazienti tornano periodicamente alle Betulle per le solite due settimane di disintossicazione assistita per poi dimettersi agevolati da una famiglia "molle", inconsistente, incapace di mettere dei paletti e degli argini al figlio/marito/fratello! Ecco perché una buona fetta del lavoro di cura e di riabilitazione si svolge con i familiari, in quanto anche loro abbisognano di trovare uno spazio di confronto e di consiglio per potersi sentire accolti e preparati a meglio affrontare le intemperanze e la manipolatorietà del proprio caro.

    D. Quali percorsi si seguono, nella cura delle tossicodipendenze?
    Fondamentalmente esistono due grandi macrocategorie: i percorsi ambulatoriali e quelli comunitari. Si parla di veri e propri percorsi in quanto ci vuole tempo. Un tossicomane è e sarà un tossicomane per tutta la vita, al massimo potrà (o dovrà) aspirare a diventare "tossicomane in astinenza", ma non potrà mai considerarsi "guarito"! Sarebbe l'inizio della fine! Chi abbatte un paletto come quello della droga (capace di effetti almeno all'inizio molto piacevoli) nella propria esistenza rimane marchiato a vita: il sistema nervoso centrale, il cervello, registra tale episodio e non lo cancellerà mai più e così anche a distanza di molti anni tale traccia potrebbe riattivarsi, come un nastro registrato e mai smagnetizzato, portando il soggetto a riattivare tutta l'esperienza e la condotta tossicomanica passata. Molti dei miei pazienti mi raccontano come spesso anche a distanza di molti mesi dalla fine della disintossicazione sia bastato loro rincontrare un volto, rivedere un certo tal posto o tirare fuori la stessa carta di credito che utilizzavano per prepararsi le piste di cocaina per provare una improvvisa e irresistibile voglia di assumerla. Questa è la biologia di cui siamo fatti. Ecco perché il percorso di gran lunga più efficace per la cura e la riabilitazione dei tossicodipendenti è il percorso in comunità terapeutica. Oggi i percorsi in comunità si sono accorciati di molto e con sei mesi di cure intensive si può già ambire a buoni risultati. Ovviamente dipende molto dalla gravità di base e dalla personalità dei pazienti. Ma chi come me ha avuto la fortuna di formarsi in un centro superspecialistico come quello rappresentato da Le Betulle sa, perché l’ha potuto osservare con i suoi occhi, quale sia il reale e concreto potere trasformativo della comunità terapeutica sui pazienti motivati. Ovviamente anche la fase del reinserimento e delle cure di mantenimento e monitoraggio in ambulatorio sono importanti.

    D. Nella sua esperienza, è possibile raggiungere la piena guarigione del paziente?
    Si, certamente. Si può, se la si intende come dicevo poc’anzi: il paziente può raggiungere un equilibrio tale per cui, recuperata una certa integrità fisica, può guadagnare una vita sociale e relazionale assolutamente normale a patto che porti sempre dentro di sé e la ravvivi quotidianamente una piccola traccia della sua esperienza di cura quando questa sia stata seguita a dovere e con beneficio.

    Grazie per la cortesia e la disponibilità.

    Sono presenti 29 commenti

    Anonimo ha detto...

    molto interessante l'intervista anche se sono molto perplessa sul fatto di poterla classificare come malattia.
    Monica

    Anonimo ha detto...

    Interessantissimo intervento su un argomento eternamente d'attualità. Un argomento, tra l'altro, sul quale non si discute mai abbastanza e del quale, i genitori, quasi sempre, sottovalutano insidie e responsabilità. Sono d'accordo anch'io sul fatto che non sia una malattia, non certo, comunque, per come etimologicamente è riconosciuto questo termine. Subito è un desiderio di evasione, quasi sempre da un disagio esistenziale importante che si prova già in età pre-adolescenziale sicuramente, in primis, tra le mura domestiche. Poi, quando ormai è troppo tardi e ci si è spinti troppo oltre in questa sorta di sfida alla vita avversa, diventa una vera dipendenza fisica. Per chi riesce ad uscirne, rimangono ancora gli insidiosi e talvolta determinanti (per una ricaduta) strascichi psicologici... Beh, in calce a questa mia considerazione, voglio rinnovare i miei complimenti alla Dott.ssa Leva per l'attualità e utilità dei suoi interventi. Nicola

    Federica ha detto...

    Grazie a Monica e a Nicola per il loo intervento.

    Federica ha detto...

    Chiedo scusa: per il loro intervento.

    Anonimo ha detto...

    Se non esiste differenza fra le droghe leggere e pesanti, come posso spiegare a mio figlio che fumarsi una "canna" è comunque pericoloso? Quale traccia può lasciare l'esperienza di una o più canne che sia paragonabile all'assunzione di eroina o cocaina? Grazie

    Federico Baranzini ha detto...

    Buongiorno,
    intervengo per ringraziare gli utenti della loro attenzione al tema trattato e per poter rispondere alla domanda che mi è stata posta da "Anonimo" il 30 gennaio.

    Ad oggi in Italia la distinzione tra droghe leggere e pesanti è stata annullata e in sede legale è demandato al giudice poter stabilire se il soggetto "consumatore" sia o meno responsabile (e quindi sia imputabile) del reato di spaccio. Ecco come poter provare a spiegare ad un ragazzino quanto sia pericoloso fumare una canna: un giudice potrebbe stabilire che in realtà fosse dedito allo spaccio e per questo potrebbe essere incriminato e passare brutti momenti. Ovviamente il primo approccio, a mio modo di vedere, dovrebbe essere quello di spiegargli quali siano gli effetti negativi sul corpo e sulle sue funzioni (annebbiamento, scarsa capacità di concentrazione, rallentamento dei riflessi, calo della libido, apatia, fiacchezza, ecc...).

    La cannabis induce, se non si verificano reazioni avverse del soggetto consumatore per cui viene evitata, una dipendenza fisica meno intensa degli oppiacei e una dipendenza psicologica se non superiore alla cocaina almeno alla pari: è dannosa per l'effetto slatentizzante verso le patologie psichiatriche psicotiche e depressive (per es. la sindrome a-motivazionale da uso cronico).

    Cordiali saluti
    dott Federico Baranzini
    www.psichiatra-a-milano.it

    Anonimo ha detto...

    Buongiorno! Avrei anch'io una domanda per il dott. Baranzini. Quand'ero all'università, alcuni miei compagni di corso assumevano erba - suppongo marjuana - per potenziare la memoria e sostenere gli esami con maggior tranquillità. D'allora li ho persi di vista, e non conosco il loro attuale stile di vita. Ritiene che anche un'assunzione occasionale di droga possa influenzare il nostro modo di vivere, a distanza di anni? Grazie!

    Federico Baranzini ha detto...

    Gentile Utente,
    l'uso di cannabis è un comportamento e come tale non è facilmente prevedibile specie se di mezzo ci sono molti anni.

    Chi usa cannabis in un certo modo e per certi scopi specifici, se non viene aiutato, è improbabile che possa aver maturato uno stile di vita molto differente. In particolare me lo fa enunciare il riferimento che riporta lei dell'uso a scopo prestazionale: una forma di dipendenza legata al raggiungimento di performances e non di "sballo" che lascia intendere che nel tempo questi amici possano aver incrementato o possano essere passati ad altro, molto più stimolante.

    L'unica cosa da fare è andare a vedere di persona. In bocca al lupo.

    Dott Federico Baranzini
    Psichiatra e Psicoterapeuta
    www.psichiatra-a-milano.it

    Anonimo ha detto...

    Permettetemi di dire la mia.....generazione decimata dalla droga....la mia adolescenza.....eppure a me non è mai passato in testa nemmeno il pensiero. Secondo me, chi lo diventa già da prima ha qualche problemino mentale che magari lo sfoga in un'altra deviazione....chiaro che poi arriva alla droga già abituato a farsi del male in altri modi.....

    Anonimo ha detto...

    e poi credo che dentro di noi ci sia un limite...dato dall'istinto di conservazione oltre il quale non si va. Credo che la fiducia e la sicurezza in se stessi...l'amore per se stessi si impari nell'infanzia, dove ognuno, inconsciamente stabilisce quel limite dentro di sè. Grazie

    Federica ha detto...

    Buongiorno! Da psicoterepeuta adleriana, non posso che convenire con il commento di Anonimo, 02 febbraio 2013 05:53. Lo stile di vita si forma entro i primi dieci anni, e pensare di stravolgerlo, da grandi è azzardato, quando non presuntuoso. Troppo spesso si sottovaluta l'importanza della prima infanzia e l'impatto che può avere sulla nostra psiche e sul nostro modo di concepire noi stessi in relazione con il mondo esterno. Buona giornata, Federica

    Gabriella Nicolini ha detto...

    Interessante. Grazie Federica per averlo postato in facebook!

    ory deva ha detto...

    buonasera, sono l'anonimo del 1 e del 2 febbraio. volevo firmarmi. Un saluto a tutti

    Federica ha detto...

    Buona serata, Ory Deva, e grazie per il passaggio!

    Anonimo ha detto...

    A distanza di tempo rileggo e rifletto...dentro di me qualcosa sta cambiando..Mettersi in discussione credo faccia bene alla mente e al cuore...nel mio caso...Grazie...è una dura lotta..e non so nemmeno se vinceremo...Grazie dottoressa Federica..;-)

    Anonimo ha detto...

    Dottoressa, una domanda: un genitore che ha avuto un passato di tossicodipendenza, è meglio che informi i propri bimbi di questo, tenendo conto che potrebbero saperlo da altri ? A che età ? Con che parole?

    federica ha detto...

    Se esiste il rischio che il bambino lo scopra da altri, e chissà con quali modalità e con quale esito, il genitore può iniziare a dire al bambino che anche lui, come purtroppo altre persone, ha commesso qualche errore, in passato. Non si è voluto molto bene e ha dubitato di se stesso, ma poi ha capito d'essere circondato da persone che gli volevano bene e ha smesso di farsi del male. Poi potrà essere più specifico, ma senza sembrare che si confessi. La sua dovrà essere una sorta di rivelazione alla pari: dal momento che sei abbastanza ygrande e mi puoi capire, ti dico questo. Non posso dire a quale età parlare al figlio,. dipende dal rapporto genitore/bambino, dalla. Maturità del ragazzo etc... anche la scelta delle parole è soggettiva. Il mio è un pensiero che può essere accolto solo se il genitore lo ritiene valido.

    Anonimo ha detto...

    Grazie.

    Qing Cai ha detto...

    ralph lauren uk
    coach outlet online
    ferragamo outlet
    ralph lauren outlet
    beats headphones
    oakley sunglasses
    coach factory outlet
    coach outlet
    ferragamo shoes
    ghd hair straighteners
    true religion jeans
    ferragamo outlet
    lululemon pants
    rolex watches
    beats headphones
    coach outlet online
    coach outlet
    fitflops sale clearance
    ralph lauren outlet
    mulberry outlet
    mulberry handbags
    michael kors outlet
    oakley sunglasses wholesale
    tiffany jewelry
    true religion outlet
    tory burch outlet
    hollister clothing store
    polo ralph lauren
    tory burch outlet online
    polo ralph lauren
    cai20160312

    Chenzhen 20160303chenzhen ha detto...

    tiffany and co outlet
    nike shoes for cheap
    adidas superstars
    yeezy boost 350 white
    polo ralph lauren outlet online
    adidas superstar white
    wholesale nike shoes
    tiffany uk
    cheap nfl jerseys
    hermes outlet
    pandora charms sale clearance
    lacoste shoes
    hugo boss outlet online
    stephen curry basketball shoes
    oakley sunglasses outlet
    oakley sunglasses uk
    kate spade outlet online
    lebron james shoes 2016
    fitflops
    louboutin pas cher
    cheap oakleys
    hollister clothing store
    louis vuitton handbags
    cheap oakleys
    burberry outlet stores
    cheap ray ban sunglasses
    michael kors outlet online
    true religion jeans
    oakley sunglasses wholesale
    true religion jeans
    ralph lauren uk
    true religion outlet store
    nike cortez white
    cheap ray bans
    ray bans
    christian louboutin shoes
    yeezy boost 350 balck
    birkenstocks
    chenzhen2016627

    محمد الخطيب ha detto...

    شركة كشف تسربات المياه بالرياض
    كشف تسربات المياه بالرياض
    شركة عزل اسطح بالرياض
    شركة عزل خزانات المياه بالرياض
    شركه عزل مائى بالرياض
    شركة عزل حرارى بالرياض
    شركة ترميم منازل بالرياض
    شركة مكافحة حشرات بالرياض
    شركة رش مبيدات بالرياض
    شركة تسليك مجارى بالرياض



    John ha detto...

    mlb jerseys
    louis vuitton purse
    oakley vault outlet
    toms outlet store
    coach factory outlet online
    rolex replica watches for sale
    ugg australia
    canada goose jackets
    michael kors bags
    uggs on sale
    20161021yuanyuan

    Hua Cai ha detto...

    ugg canada
    fitflops shoes
    ugg outlet online
    louis vuitton handbags
    burberry outlet store
    bottega veneta outlet online
    ray ban sunglasses
    supra shoes
    michael kors outlet online
    the north face jackets
    20161214caihuali

    Unknown ha detto...

    prada handbags
    canada goose jackets
    michael kors handbags
    mulberry handbags
    mulberry outlet
    oakley sunglasses wholesale
    tiffany and co
    toms shoes
    coach outlet
    coach factory outlet
    chanyuan2017.02.13

    Unknown ha detto...

    converse shoes
    nike shoes for women
    louis vuitton handbags
    kobe bryant shoes
    coach outlet
    louis vuitton
    oakley sunglasses
    louis vuitton outlet online
    cartier outlet
    new balance shoes
    chanyuan2017.03.28

    Theresa williams ha detto...

    Ciao, sono Theresa Williams. Dopo anni di collaborazione con Anderson, mi ha interrotto, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto era inutile, lo volevo tornare così a causa dell'amore che ho per lui, Gli ho pregato con tutto, ho fatto promesse ma lui ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e lei ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un incantesimo che potrebbe aiutarmi a lanciare un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non credo mai in magia, non avevo altra scelta che provarlo, io Inviò il coclea di incantesimi, e mi disse che non c'era nessun problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà da me prima di tre giorni, ha lanciato l'incantesimo e, sorprendentemente, nel secondo giorno, era alle 16.00. Il mio ex mi ha chiamato, sono stato così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che ha detto era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è accaduto che voleva che me ne tornassi, che mi ama tanto. Sono stato così felice e sono andato a lui che è stato come abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho promesso che chiunque conosco che abbia un problema di relazione, sarei d'aiuto a tale persona facendogli riferimento all'unico vero e potente cronometro che mi ha aiutato con il mio problema. Email: drogunduspellcaster@gmail.com potrai inviarlo via email se hai bisogno della sua assistenza nel tuo rapporto o in qualsiasi altro caso.

    1) Incantesimi d'amore
    2) Incantesimi di amore persi
    3) Divorzio Incantesimi
    4) Incantesimi di matrimonio
    5) Incantesimo legante.
    6) Incantesimi di rottura
    7) Sfilare un Amore passato
    8.) Vuoi essere promosso nel tuo ufficio / Lottery incantesimo
    9) vogliono soddisfare il tuo amante
    Contattare questo grande uomo se hai problemi per una soluzione duratura
    Tramite drogunduspellcaster@gmail.com

    xjd7410@gmail.com ha detto...

    coach outlet clearance
    louis vuitton
    louis vuitton outlet online
    louis vuitton
    swarovski crystal
    polo ralph lauren
    nike air max 1
    ralph lauren outlet
    ysl outlet online
    louis vuitton
    chanyuan2017.06.05

    ylq ha detto...

    http://www.ralph-laurenpolos.co.uk/, http://www.cheap-raybansoutlet.com.co/, http://jazz.nba-jersey.com/, http://www.polo-ralph-lauren.de/, http://www.lacosteoutlet.com.co/, http://www.michael-kors.com.es/, http://www.crystals-swarovski.com/, http://www.nba-jersey.com/, http://www.nhl-jerseys.net/, http://www.bottega-venetasoutlet.com/, http://buccaneers.nflvstore.com/, http://pacers.nba-jersey.com/, http://www.fidgetspinner.us.com/, http://ravens.nflvstore.com/, http://www.pandorajewellery.com.au/, http://www.watches-rolex.co.uk/, http://www.long-champhandbags.com/, http://www.ralphlauren-au.com/, http://eagles.nflvstore.com/, http://trailblazers.nba-jersey.com/, http://www.coach-factoryoutlet.net.co/, http://redskins.nflvstore.com/, http://www.nike-outlet.us.org/, http://www.swarovski-australia.com.au/, http://www.ferragamos.us.com/, http://www.converse-schuhe.com.de/, http://www.bcbg-canada.ca/, http://magic.nba-jersey.com/, http://www.truereligions.net/, http://raptors.nba-jersey.com/, http://www.rosherun-shoes.us/, http://www.ralph-lauren-polos.us.org/, http://www.polos-ralphlauren.com.co/, http://www.philipp-plein.com.co/, http://www.the-northface.ca/, http://www.tracksuits.com.co/, http://www.ferragamos.co.uk/, http://www.levisjeansoutlet.com/, http://www.nike-factory.com.co/, http://rams.nflvstore.com/, http://www.airjordans-shoes.com/, http://www.new-balanceshoes.com/, http://www.michaelkors-ins.com/, http://www.ray-bans.co.uk/, http://www.raybans-sunglasses.net.co/, http://www.cheapnhljerseys.us.com/, http://www.beatsbydrdrephone.com/, http://www.rayban-sunglasses.fr/, http://www.rayban-sunglasses.co/, http://www.babylisspros.com/, http://vikings.nflvstore.com/, http://www.airjordanshoes.com.co/, http://thunder.nba-jersey.com/, http://www.ralphlaurens.com.de/, http://www.cheap-juicycouture.com/, http://www.adidas-shoes.ca/, http://www.coach-factory.com.co/, http://www.outlet-pumashoes.com/, http://knicks.nba-jersey.com/, http://www.air-huaracheshoes.co.uk/, http://nets.nba-jersey.com/, http://www.versace-outlet.com/, http://www.marc-jacobs.us.com/, http://www.outlet-oakley.com/, http://coach.euro-us.net/, http://www.coachfactory.cc/, http://www.adidas-shoesoutlet.com/, http://www.ray-bansoutlet.com.co/, http://www.oakleysoutlet.com.co/, http://suns.nba-jersey.com/, http://www.christian-louboutinshoes.co.uk/, http://www.fred-perry.org.uk/, http://www.vansschuhe.com.de/, http://steelers.nflvstore.com/, http://www.northfacejackets.fr/, http://www.outlet-rayban.co.uk/, http://lions.nflvstore.com/, http://www.outlets-polo.com/, http://www.mlb-jerseys.us.com/, http://www.mbt-outlet.com/, http://www.tommy-hilfigers.com.co/, http://www.nike-huarache.co.nl/, http://www.nike-air-force.de/, http://www.nba-shoes.com/, http://www.nikeshoes-canada.ca/, [b][/b], http://www.jordan-retros.com/, http://www.michaels-korsoutlet.com/, http://www.mk-com.com/, http://www.new-balanceoutlet.org/, http://www.cheap-jordans.com.co/, http://www.woolrich-jackets.com/, http://www.omegas-relojes.es/, http://www.raybans.com.de/, http://www.nike-mercurial.com/, http://www.under-armouroutlet.com/, http://www.tommy-hilfigers.de/, http://www.eccoshoesoutlet.com/, http://www.thomas-sabos.com.de/, http://www.reeboks.com.de/, http://www.jerseysfatory.com/, http://bears.nflvstore.com/, http://www.michael-korsukpurse.co.uk/, http://heat.nba-jersey.com/, http://www.jeans-truereligion.com/, http://www.iphonecases.net.co/, http://www.longchampbags.com.co/, http://texans.nflvstore.com/, http://www.vibram-fivefingers.in.net/, http://www.cheap-michaelkors.com.co/,

    chenlina ha detto...

    cheap jordan shoes
    ugg australia boots
    kd 10 shoes
    nike air max
    adidas yeezy boost 350
    pandora charms
    longchamp handbags
    cheap jordans
    the north face outlet
    michael kors outlet online
    chenlina20170821

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa