Benessere
  • Questo blog, spaziando dalla medicina alla psicoterapia, mira a far riscoprire un sereno rapporto medico-paziente basato sulla fiducia e sul dialogo

    A cura di Federica Leva
  • 7.4.13
    Il rapporto fra genitori e figli si sta evolvendo, assecondando i cambiamenti legati alla nostra epoca.

    Nonostante l’età materna e paterna si stia sensibilmente a
    lzando, i nuovi genitori sono sempre più simili ai figli, creando con loro una forte complicità negli interessi comuni e nell’aspetto fisico. Non è inusuale che padri e figli condividano gli stessi hobbies o lo stesso lavoro, né che le madri istruiscano le figlie negli aspetti più femminili della vita. Non è un dato sorprendente, anche in passato le due generazioni hanno cooperato l’una con l’altra, forgiando un nuovo anello storico e sociale fatto di confronti, dissapori e consensi. Fino a pochi decenni fa, tuttavia, la distinzione del ruolo genitoriale da quello filiale era netto e definito. Il genitore vestiva in un determinato modo, aveva interessi “tipici della sua età”, aveva modi di fare caratteristici, da persona matura. Oggi, invece, il confine generazionale si sta sempre più assottigliando, e non è raro vedere genitori che vestono come i figli, parlano e gesticolano come loro e, tendenza che personalmente non condivido, si lasciano chiamare per nome, anziché con l’identificativo di ruolo. Vorrei precisare che il problema non è l’essere giovanili, quanto il modo in cui ci si approccia al figlio.

    Un genitore non deve essere un amico.

    É giusto che sia attento, premuroso, disposto all’ascolto e all’incoraggiamento, ma non deve essere confuso con un compagno, e quindi considerato paritario per importanza e ruolo. Per poter svolgere il suo compito, il genitore deve necessariamente collocarsi su un piano differente; in caso contrario, l’adolescente percepirà di raffrontarsi con una sorta di coetaneo e non rispetterà le regole impartite all’interno del nucleo familiare. É fondamentale che il genitore sia consapevole della propria posizione e non ceda a compromessi nel timore di perdere l’affetto del ragazzo. Così facendo, il ruolo genitoriale si sfalda e i ruoli s’invertono: il figlio acquisisce una posizione di forza e il genitore si ritrova a implorare quell’attenzione e quella stima che non ha saputo suscitare spontaneamente. Se l’adulto ne soffre, per il figlio le conseguenze sono ben più serie: lasciato in un’anarchia affettiva e direzionale, dovrà costruirsi altrove uno stile di vita, che potrebbe essere ben diverso da quello che i genitori hanno sempre sperato per lui.

    In conclusione, un genitore non deve aver paura di trasmettere al figlio le proprie regole, né d’insegnargli che i meriti devono essere conquistati, e non pretesi. In caso contrario, il ragazzo si convincerà che anche la società sarà disposta a elargirgli attenzioni e privilegi indipendentemente dal suo operato, e l’impatto con la realtà sarà duro, cocente e disarmante. La formazione deve avvenire in casa, senza compromessi. Il collaudo, fuori.

    Sono presenti 30 commenti

    Anonimo ha detto...

    Articolo scritto con molta cognizione di causa, ampiamente condivisibile e ricco di ottimi suggerimenti dei quali molti genitori sono assolutamente bisognosi. Bene quindi l'articolo, come sempre utile.
    Oxfordian.

    Anonimo ha detto...

    concordo appieno il tuo pensiero....il genitore deve fare il genitore ma anche essere amico del figlio..riguardo al vestire ed agli atteggiamenti come sai mi fanno pena quelli che scimmiottano i figli e purtroppo ne ho conosciuta una e francamente mi faceva schifo come vestiva e come veste :-D
    besos Momy

    Anonimo ha detto...

    Ennesimo argomento estremamente delicato/interessante... dal mio punto di vista, la verità è che, purtroppo, troppi genitori oggi (ma ormai già da qualche generazione) prendono troppo superficialmente questo importante, fondamentale compito. Essere genitori non è facile, per niente e le difficoltà ingigantiscono in maniera direttamente proporzionale alla crescita dei figli. Molti (troppi genitori) non lo riconoscono e cercano di "annacquare" il rapporto con i propri figli nascondendosi (quasi), chissà se di proposito o inconsciamente, dietro il paravento di un rapporto di proto-amicizia, forse per scostarsi dall'immagine autoritaria, a volte forse troppo pesante, di genitore, con quel giusto distacco che eticamente ci deve essere. Il rischio è che i figli crescano senza il reale riferimento di un genitore-genitore… al momento della verità, quando, in età pre-adolescenziale prima e adolescenziale poi, si troveranno ad iniziare veramente ad “affrontare il mondo”, i nodi verranno al pettine e saranno nodi dolorosissimi. Nicola

    Anonimo ha detto...

    Commentare i tuoi articoli, ritengo che sia cosa superflua ed inope....le verita' che racconti sono inoppugnabilmente reali, e non mi resta che esternare la mia totale e assoluta condivisione con il contenuto dell'articolo...!!!! (Alcuni papa' dovrebbero riflettere un pochettino .....quando ai propri figli concedono un'amicizia, a mio avviso sproporzionata.....essere papa' e anche amico, e' una gran bella cosa.....pero' i ruoli sono decisamente diversi; il ruolo di padre naturalmente deve sempre prevalere in modo autorevole e non autoritario.

    ory deva ha detto...

    Buongiorno....sono una mamma di un ragazzino pre adolescente....premetto che mi sono sempre vestita in jeans e scarpe da tennis...e sono sempre stata diretta e chiara nella comunicazione con mio figlio. Sono fermamente convinta che l'educazione più potente che un genitore può dare sia L'esempio! perchè solo e solamente con l'esempio passano i messaggi inconsci...piuttosto che le raccomandazioni fatte con le parole...cmq personalmente ho sempre dovuto lottare con i vizi dei nonni e la poca se non assente autorità paterna per dare a mio figlio non solo tutto l'amore che merita ma anche una sorta di limite..oltre il quale non si deve andare per nessuna ragione, perchè è proprio quel limite che un domani lo aiuterà a rispettarsi e a rispettare il resto del mondo. Per quanto riguarda il gergo...beh credo che essere se stessi sia sempre la cosa migliore quindi se un genitore parla come un rapper per sua natura non vedo cosa ci sia di male farlo anche col figlio; ogni forzatura è secondo me dannosa. E per finire, sono convinta che i metodi coercitivi non portano mai a nulla...lo vedo anche nell'ambiente cinofilo....di troppo amore non è mai morto nessuno...aggiungiamo la regola che tiene in piedi il convento et voilà...il gioco è fatto! Buona serata :-)

    Anonimo ha detto...

    Sono perfettamente d'accordo con quanto espresso. Se la figura genitoriale ha perso molta della sua funzione educativa ciò è dovuto anche alla tendenza di voler stabilire un rapporto con i propri figli ad un livello che abdica maturità ed esperienza.
    Isabel

    Anonimo ha detto...

    Lei dotterssa come si comporta con i suoi figli?

    Anonimo ha detto...

    effettivamente con più passa il tempo e più i ragazzi non conoscono la soglia tra la loro dimensione e quella dei genitori. purtroppo l'eccessivo permissivismo porta i ragazzi ad essere profondamente insoddisfatti e da qui il desiderio di gettarsi in esperienze poco raccomandabili in quanto si sentono "annoiati". proprio stamani ho assistito alla scena di una bambina di 4 o 5 anni che si è fatta prendere da un'autentica crisi isterica xke la madre non ha voluto acquistare una barbie. la bambina ha iniziato a strillare, tirar pugni alla madre e morsi. poi, sempre strillando, si buttava a terra. pareva impossessata. la madre si è mantenuta della sua idea, ha raccolto la figlia da terra e l'ha portata fuori dal supermercato tenendola sospesa x un braccio. una volta fuori l'ha appoggiata a terra e la bambina si è lasciata cadere, sempre urlando. la madre ha chiamato il marito dicendogli che le ha fatto far figure dentro al supermercato. il padre l'ha presa in braccio e le ha mollato un bel scapaccione sul sedere.
    ai bambini occorre innanzitutto insegnargli che per ottenere qualcosa devono imparare a guadagnarselo e questo non per risparmiare, ma per iniziare a stimolare in loro delle mete, che in seguito, nella crescita, serviranno a sviluppare la tenacia e il desiderio di arrivare a ciò che stanno ambendo. continuando a dar loro tutto ciò che desiderano non si fa altro che impoverire il loro spirito e portarli alla frustrazione, nonché al desiderio di trovare qualcosa di "diverso" perché si "annoiano". Il rispetto per i genitori è diventato un lontano eco purtroppo e questo non va bene, xke come non hanno confini con loro, figuriamoci con gli altri. solo che esser strafottenti ed irrispettosi con gli altri, non fanno altro che crearsi antipatia, inimicizia e profonda solitudine. quindi responsabilizziamo i figli, rendiamoli consapevoli, facciamoli partecipare attivamente alla famiglia, facciamoli giocare con giocattoli semplici e tradizionali, poniamo dei vincoli e soprattutto degli orari.
    complimenti federica per il tuo articolo :). antos

    Anonimo ha detto...

    Ottimo articolo, anche se -personalmente- non sono pienamente d'accordo in certe parti; come, ad esempio, non vedo il motivo perché un genitore non dovrebbe condividere un qualche interesse in comune col figlio e viceversa. Inoltre, da non confondere la concessione d'una equilibrata libertà paterna/materna come una mancanza d'autorità obsoleta. Pompeo

    Anonimo ha detto...

    Ormai i veri valori famigliari sono andati perduti proprio quelli educativi a causa di troppi sapientoni che invitavano all'amicizia coi figlioli. I bambini sono bestioline che vanno addestrate ad essere consapevoli e senza troppe tiritere se gli va una sberla gli si da.
    Giuseppe

    Anonimo ha detto...

    Concordo al 100%. Andate in un parco e sentite come rispondono in malo modo ai genitori!
    Qualche sberlone in più e sarebbero meno maleducati. Avete così da pontificare voi psicologi.i RISULTATI SON VISIBILI! I ragazzi sono diventati dei despota!
    Una mamma troppo amica che ha seguito i consigli...

    Federica ha detto...

    Vedo che qualcuno ha frainteso. Non ho mai dichiarato che essere giovanili sia un errore, ho solo detto che esserlo fino al punto da confondersi con un amico può essere deleterio. Il rapporto fra genitori e figli, soprattutto in giovane età, non deve essere paritario. Poi con il passare del tempo le cose possono evolvere, ma il mio discorso era relativo a un'età filiale abbastanza giovane (bambini-adolescenti).

    Anonimo ha detto...

    Anch'io ho la sensazione che qualcuno abbia frainteso la vera essenza del suo blog. Non per schierarmi (me ne guardo bene), ma non capisco perchè si debba cercare l'appiglio per una polemica in un simile contesto. Personalmente il blog mi sembra più che chiaro e non è certo finalizzato ad insegnare a qualsivoglia genitore a fare il genitore. Credo, in ogni caso, che i suoi interventi siano senz'altro il risultato di un'approfondita documentazione fatta a monte. Quindi, spesso, una mera constatazione su cui Lei cerca di sviscerare l'aspetto psicologico (se il termine è appropriato) mettendo in rilievo luci ed ombre.

    Gabry Dalla Costa ha detto...

    Buongiorno Federica.Buongiorno a tutti.

    Non sono madre ma ho avuto modo di dover educare, se pur per dei periodi non lunghissimi, dei bimbi e degli adolescenti. Concordo perfettamente con quanto scritto da lei Federica.

    Grazie

    Gabry Dalla Costa ha detto...

    Senza dubbio la vera essenza dell'articolo verrà confusa e molto probabilmente irriterà quei genitori che si pongo ai figli da amici.

    Non è facile ammettere di aver commesso un errore e correggere "il tiro".

    Più semplice polemizzare questo articolo ^_^

    Federica ha detto...

    Grazie, Anonimo e Gabry Dalla Costa. E buona giornata!

    Gabry Dalla Costa ha detto...

    Serena giornata a te Federica! E grazie per i tuoi articoli sempre interessanti e spunto di riflessioni!

    Anonimo ha detto...

    Ciao Fede,non sono madre,ma condivido e concordo cio' che scrivi, a volte si vedono cose che fanno ridere... o piangere....sopratutto a me ,anni fa mi e'capitato di assistere ad una madre che ha iniziato a fare avances "chiare" al fidanzato 18 enne della figlia 16 enne...forse si sposta dal tuo articolo,ma neanche troppo.....pura confusione sui ruoli,donne che vogliono vivere da adolescenti ....e poi che succede? si rischia di rovinare una famiglia,per non voler capire o accettare di essere una madre e non avere 16/17 anni!!!!!!!!!!!!! Ciao SAM

    Federica ha detto...

    Concordo, Sam, e grazie per la testimonianza! Buona serata!

    Anonimo ha detto...

    il problema è che molto spesso adulti e adolescenti non si parlano, ma soprattutto non si ascoltano. su questo sito si mette a confronto, su tre diverse pagine, la visione di un preside, di un educatore e di un adolescente. è istruttivo vedere come la realtà cambia a seconda di chi la guarda..
    http://dialetticando.blogspot.it/2013/03/adolescenti-noi-siamo-cosi.html

    Anonimo ha detto...

    Bellissimo articolo da condividere appieno. Non ho mai pensato di essere amica dei miei figli , ognuno ha il suo ruolo , ho sempre cercato di essere loro vicino nelle difficoltà e di incoraggiarli , forse questo mio comportamento mi regala oggi , adulti , la loro stima e considerazione , tanto da anteporre i miei consigli (quando me li chiedono) a quelli della propria moglie (confidenza di mia nuora :tu sei la capa capa , io la capa ). Devo dire che sono orgogliosa di questo , ma spero non danneggi il loro rapporto di coppia.Merj

    Federica ha detto...

    Grazie, Merj. Buona giornata!

    Uba Paul ha detto...

    My name is jessica williams.am from the United State of America,This is a very happy day of my life with the help of :dr.zubairespiritualtemplo@gmail.com has rendered to me by helping me to get my divorce husband back with his magic power and love spell. i was married for 8 years and it was so terrible because my husband was really cheating on me, and was seeking for a divorce but when i came across :zubairespiritualtemplo@gmail.com email on the internet on how he help so many people to get their ex back and help fixing relationship.and make people to be happy in their relationship. i explained my situation to him and then seek his help but to my greatest surprise he told me that he will help me with my case and here i am now celebrating because my Husband has change totally for good.he started begging me to forgive him that he is very sorry for everything, i was really surprised and was also happy, so that was how i forgive him and now we are living together happily than ever before,and He always want to be by me and can not do anything without my present. i am really happy with my marriage, what a great celebration. thank you who helped me a lot, if you need his help you can contact him through / whatsapp and his mobile number +19199166000

    Chenzhen 20160303chenzhen ha detto...

    new balance shoes
    coach outlet store online clearance
    coach outlet online
    yeezy boost 750
    michael kors outlet online
    fitflops shoes
    louboutin outlet
    cheap nfl jerseys
    christian louboutin uk
    kate spade bags
    nike huarache black
    vans store
    coach factory outlet
    louis vuitton borse
    jimmy choo outlet store
    puma outlet
    polo ralph lauren
    cheap jordans
    jordans
    asics running shoes
    coach factory outlet online
    the north face outlet
    ray ban sunglass,ray ban sunglasses,ray ban outlet,cheap ray bans,cheap ray ban sunglasses,cheap ray bans,ray bans
    coach factory outlet
    cheap oakley sunglasses
    rolex watches
    ferragamo
    cheap ray bans
    michael kors outlet stores
    nike tn pas cher
    under armour outlet store
    coach factory outlet online
    jordan pas cher
    under armour
    coach factory outlet
    buy red bottoms
    reebok outlet store
    chenzhen2016627

    Hua Cai ha detto...

    ugg canada
    fitflops shoes
    ugg outlet online
    louis vuitton handbags
    burberry outlet store
    bottega veneta outlet online
    ray ban sunglasses
    supra shoes
    michael kors outlet online
    the north face jackets
    20161214caihuali

    Theresa williams ha detto...

    Ciao sono Theresa Williams Dopo essere stato in rapporto con Anderson per anni, ha rotto con me, ho fatto tutto il possibile per riportarlo indietro, ma tutto è stato vano, lo volevo tornare tanto per l'amore che ho per lui, lo pregai con tutto, ho fatto promesse, ma ha rifiutato. Ho spiegato il mio problema al mio amico e ha suggerito che dovrei piuttosto contattare un mago che potrebbe aiutare me un incantesimo per riportarlo indietro, ma io sono il tipo che non ha mai creduto in magia, non avevo altra scelta che tentare, io mail il mago, e mi ha detto che c'era un problema che tutto andrà bene prima di tre giorni, che il mio ex tornerà a me prima di tre giorni, ha gettato l'incantesimo e sorprendentemente nel secondo giorno, era intorno 16:00. Il mio ex mi ha chiamato, ero così sorpreso, ho risposto alla chiamata e tutto quello che disse era che lui era così dispiaciuto per tutto quello che è successo che voleva me tornare a lui, che mi ama così tanto. Ero così felice e sono andato a lui che era così che abbiamo iniziato a vivere insieme felicemente di nuovo. Da allora, ho fatto promessa che qualcuno so che hanno un problema di rapporto, mi sarebbe di aiuto a tale persona da lui o lei si riferisce all'unico mago reale e potente che mi ha aiutato con il mio problema. e-mail: drogunduspellcaster@gmail.com lo si può e-mail se avete bisogno la sua assistenza nel vostro rapporto o di altri casi.

    1) incantesimi d'amore
    2) Incantesimi amore perduto
    3) Incantesimi Divorzio
    4) Incantesimi di matrimonio
    5) incantesimo.
    6) Incantesimi Breakup
    7) Bandire un amante passato
    8.) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio / incantesimo lotteria
    9) vogliono soddisfare il vostro amante
    Contatta questo grande uomo, se si hanno alcun problema per una soluzione duratura
    attraverso drogunduspellcaster@gmail.com

    Unknown ha detto...

    cheap ray ban sunglasses
    snow boots for women
    ugg boots
    michael kors handbags clearance
    moncler jackets
    fitflops
    swarovski crystal
    replica watches
    louis vuitton outlet stores
    cheap oakley sunglasses
    chanyuan2017.02.13

    Unknown ha detto...

    converse shoes
    nike shoes for women
    louis vuitton handbags
    kobe bryant shoes
    coach outlet
    louis vuitton
    oakley sunglasses
    louis vuitton outlet online
    cartier outlet
    new balance shoes
    chanyuan2017.03.28

    Anonimo ha detto...

    Watch for a highly respected by the artist in Renaissance Italy, Goldsmith and sculptor Benvenuto Cellini inspired by the rolex replica Vatican, and named Rolex cellini. This series of watches to Benvenuto Cellini and the Renaissance religion and the fake rolex king's sculptor and goldsmiths tribute, so Rolex can create special engraved with the name of the swiss replica watches master watches. The design idea of Rolex Cellini watches in the series is to carry forward the spirit of contemporary based, highlighting the traditional classical style and elegant watch retro temperament is the replica watch key. It can be said in one set of professional Cellini watches tabulation technology and superb technology, fully demonstrated the excellence of indirect meaningful Rolex tab.

    xjd7410@gmail.com ha detto...

    cheap ray ban sunglasses
    louis vuitton outlet online
    marc jacobs sale
    rolex watches
    puma shoes
    michael kors outlet clearance
    mont blanc outlet
    nike outlet store
    oakley sunglasses sale
    cheap oakley sunglasses
    chanyuan2017.06.05

    Inserisci un commento



    ___________________________________________________________________________________________
    Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
    Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
    Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa